CULTURE HACKING

Cos’è il Culture Hacking?

  • Insegnare alla popolazione aziendale come stare al passo con le nuove tecnologie- dice il nostro CTO.
  • Scegliere le migliori tecnologie per semplificare il lavoro dei dipendenti- dice il nostro HR manager.

Che confusione, diciamo noi! (e anche chi legge)


Li abbiamo lasciati parlare in una stanza – insonorizzata – per circa  4 ore. Ne è valsa la pena.

Ne siamo convinti perché quel tardo pomeriggio è stata concepita la miglior definizione di Culture Hacking:
Modellare risorse tangibili e intangibili dell’azienda per diffondere l’innovazione, con armonia.

Perché quando parliamo di flessibilità, innovazione e smart working l’ostacolo più grande si manifesta quando le scelte aziendali si incontrano/scontrano con la cultura stessa dell’azienda.

Una cultura che spesso riflette l’essenza dell’identità aziendale e che come tale non può essere modificata solo con politiche top-down o grandi interventi di cambiamento.

Come fare?

“L’innovazione non è mai arrivata attraverso la gerarchia e la burocrazia. È sempre arrivata attraverso gli individui.”

John Sculley

Abbiamo preso in prestito i principi comportamentali della teoria dei nudge e, senza perderci negli esempi,  affermiamo con convinzione che orientare le decisioni mantenendo la libertà di scelta ha almeno la stessa efficacia di un’imposizione diretta. Questo, come avviene in politica e in società, avviene anche in azienda.

Così ci siamo resi conto che il processo di “contaminazione innovativa” va guidato gentilmente, mescolando le direttive top-down alle proposte bottom-up e cercando per quest’ultime dei Cultural Ambassador, come i Changer, che, a prescindere dal loro ruolo gerarchico, siano adatti al ruolo di divulgatori del cambiamento. 

La nostra sfida è stata doppia: da un lato quella di aiutare le aziende a far risuonare il significato di questi principi nel contesto di riferimento, dall’altro permettere di affrontare questo cambiamento culturale in maniera misurabile e sistematica.

Di conseguenza abbiamo pensato a tre soluzioni:

Culture Hacking Consulting

Un supporto.

Non sarà una scorciatoia per dare vita al cambiamento, ma piuttosto una lente d’ingrandimento per osservare su particolari che non avevi notato. Condivideremo suggerimenti adattando la nostra esperienza al vostro contesto.

Contattaci per scoprire come utilizzare le nostre soluzioni a supporto della Business e Digital Transformation nella tua azienda.

Modello ALIIVE

 

Un framework operativo il cui acronimo rappresenta le fasi del processo di Culture Hacking:

  • ASSESSMENT;
  • LOCALIZATION;
  • INCLUSION;
  • INNOVATION;
  • VERSATILITY;
  • EXTENT.

Realizzato per dare un taglio pratico ai suggerimenti e per innovare con consapevolezza.

Un attrezzo del mestiere dell’innovatore. Scoprilo qui.

Contattaci